Oggi vogliamo portare i nostri lettori su piani diversi, trattando un brand di lusso amato in tutto il mondo: il caso Gucci.

Se la nostra rubrica è ormai anche per voi un appuntamento fisso vi invitiamo a leggere tutte le storie di altri brand qui.

Il viaggio di oggi partirà dalla storia del suo fondatore, per passare attraverso il logo e i valori del brand fino ad arrivare ai libri e film che hanno riscosso sempre più successo e ammirazione tra il pubblico.

La storia 

La storia di Gucci nasce nella Firenze dei primi del ‘900 quando Guccio Gucci a seguito di un’esperienza all’estero ha la possibilità di entrare in stretto contatto con l’alta borghesia. 

Un’opportunità che gli permetterà di conoscerne le abitudini, stili di vita, hobby e passioni. 

Nel 1921 Gucci si stabilisce definitivamente a Firenze dove apre un piccolo negozio in cui vende pelletteria e valigeria. 

Contemporaneamente avvia un piccolo laboratorio per la produzione della piccola pelletteria e accessori per l’equitazione.

La storia di Gucci affronta epoche diverse, a volte buie, come il periodo della guerra mondiale, ma ciò che l’ha sempre contraddistinta è la sua continua crescita, diventando un brand di lusso apprezzato in tutto il mondo e da sempre  attento alle esigenze del tempo e pronta a rinnovarsi e sperimentare l’uso di diversi materiali. 

Gucci oggi è il brand Italiano con maggior successo al mondo, un successo sempre più evidente anche grazie all’uscita di  House of Gucci di Ridley Scott e dal romanzo House of Gucci. Una storia vera di moda, avidità, crimine. di Sara Gay Forden. 

I valori del brand 

Quali sono gli ingredienti di così tanto successo?

Noi abbiamo individuato 3 caratteristiche che sembrano essere costanti e presenti in ogni epoca:

  • Un prodotto dal valore estetico: un prodotto Gucci è riconoscibile non solo dal logo ma soprattutto dalla sua finitura e dal suo alto valore estetico. 
  • L’importanza del valore etico: da sempre attenta all’ambiente, al corretto utilizzo dei materiali e alle esigenze dell’epoca. 
  • Creatività e comunicazione: etica ed estetica sono stati da sempre supportati da un’ottima strategia di comunicazione e strategia creativa.  Gucci è da sempre stata un’azienda al passo con i tempi, pronta a utilizzare e sfruttare tutti i mezzi di comunicazione a disposizione; questo gli ha garantito l’ammirazione di target di fascia d’età differenti: una borsa Gucci è ammirata dalla signora matura ma anche dalla ragazza.

Il logo Gucci 

Nonostante l’azienda sia nata nel 1921, il logo della maison nasce nel 1944 grazie ad Aldo Gucci, figlio del fondatore. 

Il logo caratterizzato da una formidabile combinazione delle due iniziali del fondatore GG, di color oro, è ancora oggi sinonimo di eleganza, di qualità, di raffinatezza: un marchio distintivo che oggi si trova inciso su più prodotti, anche di materiali diversi, come borse di pelle ma anche gioielli. 

Ti è mai capitato di acquistare un prodotto Gucci? 

Cosa pensi di questo brand? 

Se ti fa piacere puoi rispondere sotto questo articolo!

Intanto, ti invitiamo a rimanere sintonizzato sulle nostre pagine social per rimanere aggiornato su promo, novità ma soprattutto sull’analisi di brand di successo dei prossimi mesi.