Oggi, sul nostro blog, ci piacerebbe dare voce alla stampa, introducendo alcuni tecnicismi tipici del nostro lavoro quotidiano. 

Tranquilli, cercheremo di parlare nel modo più semplice possibile 🙂

L’argomento che andremo ad affrontare è legato all’arte di piegare la carta. 

Se ve lo state chiedendo no, non è una guida su come fare gli origami ma come avviene la che in stampa si chiama piegatura e cordonatura

La piegatura e la cordonatura: definizioni 

Prima di iniziare ci teniamo a dare delle vere e proprie definizioni rifacendoci al buon vecchio Wikipedia

Piegatura: lavorazione meccanica con la quale si deforma un determinato oggetto applicandogli delle forze.

Insieme alla tranciatura ed allo stampaggio, la piegatura è una delle lavorazioni applicabili alla lamiera per ottenere semilavorati piani.

Cordonatura: Impressione a secco che si effettua su carta di grammatura superiore al 170 gr, per agevolarne la piegatura ed evitare così deformazioni e screpolature, si utilizza principalmente per pieghevoli, cartellette , copertine, cavallotti.

L’uso di piega e cordonatura nei prodotti Melastampi

Ovviamente ne esistono di diversi tipi, ognuna utile per la realizzazione di determinati prodotti. 

Melastampi utilizza la piega parallela, per i dépliant e i volantini, per fare ad esempio la piega a fisarmonica. 

Tra le altre pieghe utilizzate dal nostro team vi è la piega incrociata, un sistema di piegatura più complessa, utilizzata principalmente per i libri. 

La cordonatura ha lo scopo di creare una piega pulita anche per i materiali più spessi e cercare di evitare la rottura.

Sei particolarmente curioso sull’argomento piegatura e cordonatura o hai dei prodotti da far stampare in cui pensi sia utile il processo di piegatura e cordonatura? 

Scrivici a info@melastami.com oppure chiamaci allo 0322 241504, un nostro operatore interno risponderà ad ogni tua domanda.